ALBEN
Firma di Alberto Enrique Rodríguez Espinosa (vedi).

ALFONSO CRUZ, ROBERTO (ROBE)
Roberto Alfonso Cruz è nato a Ciudad de la Habana il 6 gennaio 1937. Sintomatica della personalità artistica di Robe (così firma le sue tavole) è la grande ammirazione che egli nutre per Sergio Toppi, del quale apprezza la qualità e il rigore grafico del segno oltre che l'indipendenza con cui sceglie i testi da raccontare per immagini, sottraendosi ai quei macinanti meccanismi di mercato dei quali all'autore cubano appaiono vittime tanti anche ottimi disegnatori nordamericani ed europei. Robe è un convinto assertore delle enormi possibilità del fumetto come forma espressiva e come mezzo di formazione e di educazione civica e culturale: la scelta stessa dei temi da raccontare gli appare perciò essenziale. Accurato disegnatore degli ambienti così come dell'anatomia umana, che ama rendere con puntuale realismo, è specificamente interessato a ricercare e a raccontare le radici della civiltà e della cultura cubane. I suoi personaggi (Guabay, Yarí, Naoh) sono così taínos, la popolazione originaria dell'isola, dei quali nelle sue storie racconta la strenua, vana, lotta contro i conquistatori spagnoli.

ANTICOMICS
Comic book quindicinale cubano, pubblicato nel biennio 1974-1975, per iniziativa del Grupo Pe-ele (vedi alla voce ©Línea). Prodotta interamente a Cuba, la rivista veniva stampata e distribuita in Messico. Dovette sospendere le pubblicazioni, poiché, per impedirne la diffusione, i servizi segreti nordamericani ne facevano acquistare tutte le copie appena usciva in edicola.

ARMADA, SANTIAGO (CHAGO)
Disegnatore cubano nato a Palma Soriano (Guantánamo) il 2 giugno 1937 e prematuramente morto d'infarto il 6 giugno 1995. Durante la lotta insurrezionale, sulla Sierra Maestra, mentre era impegnato nella creazione di una stazione radio clandestina e nell'allestimento delle mappe del territorio di combattimento, gli venne affidato il compito di illustrare la pubblicazione clandestina ciclostilata El Cubano Libre e successivamente di dar vita a un suo supplemento umoristico. Ivi egli pubblicò numerose caricature di compagni di lotta, vignette e la striscia del suo personaggio Julito 26 (nome ispirato allo storico giorno del 1953 dell'attacco al Cuartel Moncada a Santiago, che segna l'inizio della lotta armata contro il regime di Batista. Dopo il trionfo della rivoluzione non si è più cimentato con il fumetto; ha continuato a disegnare e dipingere con il suo sempre più personale stile, caratterizzato dalle situazioni surreali rese con un segno squisitamente elegante.

AVENTURAS!
Rivista cubana. Vedi Ediciones en Colores.

AVILÉS MONTALVO, CECILIO (CECILIO)
Multiforme ingegno il disegnatore e sceneggiatore cubano è anche pittore, scultore, autore di cinema d'animazione, musicista e uomo di spettacolo. Nato a Cumanayagua (Cienfuegos) il 5 dicembre 1944, come autore di fumetti conta al suo attivo numerosi personaggi, protagonisti di lunghe serie, tra i quali si possono ricordare "Cecilín y Coti", "Marabú" e "Yami".

BACHS
Firma di Eduardo Muñoz Bachs (vedi).

BETANZOS HERNÁNDEZ, MIGUEL
Nato a Ciego de Ávila il 21 marzo 1958, il giovane disegnatore cubano svolge un'intensa attività di promozione culturale e di sostegno sindacale della categoria. Con segno umoristico ambienta nell'antica Grecia le vicende dei suoi personaggi.

BLANCO ÁVILA, FRANCISCO
Nato a La Habana il 28 novembre 1930 è il più grande caricaturista cubano, capace di cogliere in pochi tratti essenziali gli elementi significativi della persona ritratta. È stato direttore per molti anni del settimanale umoristico Palante. Disegnatore umoristico e fumettaro completo, ha realizzato numerosissime storie. Popolarissima a Cuba è la sua striscia di costume "¡Ay, vecino!" .Rimangono dei classici i suoi due comic book didattici "Los siete samurais del 70" e di "Pol Brix contra el ladrón invisible" su sceneggiatura di Juan Betancourt.

BLANCO HERNÁNDEZ, FRANCISCO
Nato a La Habana il 19 maggio 1957, è pittore, incisore e professore del più autorevole liceo artistico della capitale cubana. Si è ripetutamente cimentato con il fumetto, adottando stili e segni sempre nuovi e raggiungendo risultati di rilievo sul piano grafico ed espressivo, che gli hanno fatto guadagnare numerosi premi e riconoscimenti.

CALVO, ALFREDO
Cubano, nato a La Habana il 7 settembre 1937, Calvo è un accurato disegnatore realista che, nelle innumerevoli opere di cui è autore, ripropone efficacemente la formula del fumetto classico d'avventura. È stato uno dei fondatori delle Ediciones en Colores (vedi).

CAPARÓ, ANTONIO JAVIER (KAPARÓ)
Giovane disegnatore cubano, dotato di innegabili capacità espressive. Nato nel 1970, è forse ancora alla ricerca di un segno più personale, che lo sottragga allo stile moebiusiano, che caratterizza la sua attuale produzione. Sta attualmente pubblicando in Messico (El Gallito Inglés) e in Colombia (Acme).

CECILIO
Firma di Cecilio Avilés Montalvo (vedi).

CHAGO
Firma di Santiago Armada (vedi).

©LÍNEA
Per iniziativa del Grupo Pe-ele (sezione fumettistica dell'agenzia d'informazione latinoamericana Prensa Latina), sostenuto dall'infaticabile impegno del suo creatore Fidel Morales Vega, nasce a Cuba nel settembre 1973 ©Línea, rivista latinoamericana di studio del fumetto. Della rivista pare uscirono 14 numeri, l'ultimo dei quali nel 1977. Oltre a informare sulla pubblicistica settoriale straniera e a pubblicare saggi di analisi formale e ideologica sul fumetto, si propose anche come strumento di diffusione all'estero del fumetto cubano, di cui stimolò efficacemente l'affinamento qualitativo.

CÓMICOS
Mensile cubano. Vedi Editorial Pablo de la Torriente.

CUBANO LIBRE, EL. SUPLEMENTO HUMORÍSTICO
Periodico cubano pubblicato clandestinamente sulla Sierra Maestra nel 1958, mentre erano in corso le ultime fasi della lotta insurrezionale. Suo creatore, direttore, redattore e disegnatore è stato Santiago Armada, meglio conosciuto come Chago.

DAMIÁN GONZÁLEZ, IGNACIO
Disegnatore cubano, nato a Santa Clara il 23 febbraio 1967, dal segno nervoso ed efficace, che ricorda quello dello spagnolo Carlos Giménez, per cui nutre stima e ammirazione. Uscito dalla scuola di fumetto organizzata dalla Editorial Pablo de la Torriente, ha pubblicato numerosi lavori presso questa casa editrice.

DE LA NUEZ, RENÉ (NUEZ)
Notissimo disegnatore umoristico e pittore cubano, ha realizzato tra l'altro numerose tavole a fumetti di carattere satirico. Si ricorda tra l'altro il suo "Napoleón" che usciva sul supplemento a fumetti del quotidiano Información. È nato a San Antonio de los Baños l'8 settembre 1937.

DELGA
Firma di José F. Delgado Vélez (vedi).

DELGADO VÉLEZ, JOSÉ F. (DELGA)
Disegnatore umoristico cubano dal tratto elegante, Delga è nato l'11 febbraio 1943. Dopo un esordio nel mondo del fumetto con una parodia di Spirit, pubblicata su Palante nel 1965, ha lavorato a lungo come disegnatore nell'ambito dell'esercito, da cui si è congedato qualche anno fa con il grado di colonnello. Ha cominciato da allora a riconfrontarsi con il fumetto con risultati di eccellente qualità grafica e di esilarante umorismo. Suo personaggio fisso è il giovane indio precolombino Ayazamín.

DIN DON
Rivista cubana. Vedi Ediciones en Colores.

DUQUE SÁNCHEZ, LUIS OSCAR
Prolifico disegnatore cubano di fumetti avventurosi. È nato a Remedios (Villa Clara) il 22 agosto 1949.

EDICIONES EN COLORES
Un significativo contributo allo sviluppo del fumetto cubano è stato offerto nel quadriennio 1965-1968 da Ediciones en Colores, la casa editrice del settimanale umoristico Palante, che diede vita ai quattro mensili ¡Aventuras!, Muñequitos, Din Don e Fantásticos. Le quattro riviste, che inizialmente ospitarono anche fumetti nordamericani come Prince Valiant, Archie, Charlie Brown, Henry, Popeye, etc., diedero via via sempre più spazio alla produzione cubana. Si possono ricordare, tra gli altri, "Kombey" di Aurora Karell e Luis Lorenzo Sosa, "Una familia cualquiera" di Karla Barro e Felipe García Rodríguez, "Recuerdos de Chamaco" di Fidel Morales Vega e Pedro Martín, "Sherlock Holmes" di Domingo García Rodríguez, "Acualón" di Fabio Alonso e Newton Estapé, "Las aventuras de Kashibashi" di Juan Padrón Blanco, "La valle de los dinosaurios" di Sergio Hernández e Miguel A. Callejas, "Las dos Lunas" di Sergio Hernández e Ubaldo Ceballos López.

EDITORA ABRIL
Casa editrice cubana dell'Unión de Jovenes Comunistas. Oltre a varie collane di comic book e a numerosi fascicoli sciolti, ha pubblicato e pubblica, seppure oggi in modo irregolare e saltuario i periodici Zunzún e Pásalo.

EDITORIAL CAPITÁN SAN LUIS
Casa editrice cubana che pubblica comic book polizieschi nei primi anni '90.

EDITORIAL PABLO DE LA TORRIENTE
Dopo il 1959 la vita del fumetto a Cuba è stata caratterizzata da un continuo dibattito che ha visto contrapposti i più feroci detrattori che in questa forma espressiva vedevano soprattutto un potente strumento di penetrazione ideologica controrivoluzionaria nordamericana e i più convinti sostenitori, tra i quali si dice lo stesso Raul Castro Ruz, che proprio per la sua capacità comunicativa intuivano la possibilità di utilizzarlo a fini didattici e propagandistici. Il fumetto ha finito così per trovare il modo di sfuggire alla polemica e di garantirsi le condizioni di sopravvivenza orientandosi prevalentemente al pubblico infantile, assegnandosi obiettivi didascalici e privilegiando quindi soprattutto le tematiche civiche, sociali, storiche, ecc. Bisogna attendere il 1986 perché, per iniziativa dell'Editorial Pablo de la Torriente, casa editrice dell'Unión de Periodistas de Cuba, si cominci a fare spazio ad alcune riviste a fumetti destinate a un pubblico che agli adolescenti affianchi esplicitamente anche gli adulti.
Alla casa editrice si devono:
• il tabloid quindicinale El Muñe, che pur indirizzato ancora prevalentemente ai più giovani dà ampio spazio alla pubblicazione di articoli di critica e storia del fumetto (nata nel 1988, e l'unica pubblicazione che, seppur irregolarmente, continua a uscire ancora oggi),
• il mensile Cómicos (1985-1990), non dissimile per struttura da riviste note al pubblico italiano quali erano Il Mago, Orient Express, Corto Maltese, ecc.,
• il semestrale "para adultos" Pablo (1985-1990), che dopo aver ospitato, assieme a Cómicos, oltre a quelli cubani illustri autori stranieri come Alberto Breccia, Calos Giménez, Joaquín Lavado (Quino) e José Muñoz, nel 1990 si convertì in organo della allora neocostituita Asociación Latinoamericana de Historietistas,
• le collane Historietas, Coti, Vecinos, Minihistorietas y bolsilibros, Pasatiempos, Dos en uno che nei numerosi numeri pubblicati, dedicati ciascuno a un personaggio o a un autore, propongono materiale originale o la riedizione organica di storie già pubblicate a puntate su riviste come Mella, Pionero, Zunzún, ecc., oltre che sulle stesse Cómicos e Pablo.
• una scuola di fumetto che, giunta ormai al decimo anno di vita, una volta alla settimana riunisce la sua quindicina di allievi per impartire lezioni di disegno e sceneggiatura, esaminare e criticare il lavoro svolto da ciascuno nel periodo precedente, ecc.
Alla fine del 1990 la crisi economica seguita alla denuncia degli accordi commerciali del Comecon e la caduta dei paesi dell'est europeo costringe l'Editorial Pablo de la Torriente a sospendere la pubblicazione delle sue riviste. Tuttavia- altra incredibile testimonianza della tenacia, del coraggio, della determinazione a non arrendersi del popolo cubano - trova lo stesso il modo di continuare a pubblicare, seppure molto irregolarmente, accettando una qualità di stampa assolutamente pessima e con acrobatici adattamenti a formati assurdi, sfruttando i ritagli della carta di altre riviste o tenendosi pronta ad approfittare di anche piccoli quantitativi di carta che arrivino per l'impegno solidale di amici stranieri. Da allora sono così stati pubblicati:
• decine di numeri de La Tira (la striscia), stampata sfruttando lo sfrido di carta di altre riviste (si vendono a 5 centavos l'uno, e vanno a ruba),
La Tira de El Muñe, edizione speciale (nel 1991 ne sono usciti 4 numeri): un grande foglio stampato malissimo a un solo colore, a scapito dell'eleganza grafica riesce a ospitare un breve editoriale e paginette e strisce di 13 diversi autori,
La Hoja de Cómicos, sorta di edizione ridotta di Cómicos, stampata volta a volta nel formato reso possibile dalla carta disponibile,
• album e libretti vari senza periodicità fissa.
Dalla Editorial Pablo de Torriente sono stati pubblicati praticamente tutti gli autori viventi di fumetti cubani.

ÉVORA
Firma di Évora Tamayo Maillo (vedi).

FANTÁSTICOS
Rivista cubana. Vedi Ediciones en Colores.

FELGAR
Firma di Felipe García Rodríguez (vedi).

GARCÍA RODRÍGUEZ, DOMINGO
Nato a La Habana il 9 gennaio 1928 e morto nel 1996, il cubano Domingo García è stato soprattutto un grande appassionato del fumetto e un suo attento e meticoloso collezionista. A lui si deve una monumentale "Enciclopédia de la historieta" inedita, alla cui pubblicazione si erano interessati nostri Nessim Vaturi e Franco Fossati prima che la sorte ingenerosamente colpisse l'autore e quello che avrebbe dovuto essere il curatore dell'edizione italiana dell'opera. Domingo, abilissimo nel riprodurre lo stile dei grandi del fumetto (sarebbe potuto essere un grande falsario), è stato anche autore prolifico. Tra le sue numerosissime opere si possono ricordare la lunga avventura di "Mowgli" e la ponderosa serie dedicata a "Sherlock Holmes".

GARCÍA RODRÍGUEZ, FELIPE (FELGAR)
Disegnatore cubano. Nato a La Habana il 5 febbraio 1926 e morto in Spagna nel 1995, ha disegnato fumetti per tutta la vita, prediligendo soprattutto quelli di tema marinaresco.

GONZÁLEZ VIERA, PEDRO (PÉGLEZ)
Disegnatore e sceneggiatore cubano, autore di numerosissime delicate storie didascaliche d'ambientazione orientale de "El mago Ahmed". Infaticabile animatore d'iniziative culturali, tra le quali va segnalata l'interessante Peña de Péglez, è nato a La Habana l'11 luglio 1945.

GUERRA, FÉLIX
Scrittore cubano, autore tra l'altro dei testi de "El cuento", il poetico fumetto disegnato da Eduardo Muñoz Bachs e pubblicato su El Muñe e su Cómicos.

HERNÁNDEZ VALDÉS, MANUEL (MANUEL)
Nato a Matanzas il 2 febbraio 1943, Manuel non è solo un eccellente disegnatore umoristico e autore di fumetti; è anche e soprattutto un artista, capace di piegare i più diversi materiali alle esigenze espressive di un grande interprete critico del reale. Le sue realizzazioni a fumetti, generalmente di una sola tavola, si fanno apprezzare per l'acutezza dello spunto satirico che le sostiene e per la loro eccezionale qualità grafica.

HOJA DE CÓMICOS, LA
Pubblicazione cubana. Vedi Editorial Pablo de la Torriente.

HOY INFANTIL
Supplemento settimanale del quotidiano cubano Hoy, organo del Partido Socialista Popular, che, nato nel 1938 uscì sino al 1953, quando la dittatura di Batista ne impose la chiusura). Tra i fumetti pubblicati si può segnalare "Pelusa y Pimienta" di Honorio Muñoz e Horacio Rodríguez Suría.

INFORMACIÓN
Quotidiano cubano pubblicato dal 1931 al 1959, che, soprattutto nell'ultimo triennio di vita, ha dato ampio spazio al fumetto dedicando ad esso anche un supplemento settimanale. Sulle sue pagine sono stati pubblicati, tra gli altri, lavori di René de la Nuez, Silvio Fontanillas, Rafael Fornés, Plácido Fuentes, Niko Lürsen, Antonio Prohias, Carlos Robreño, Domingo García Terminel, Carlos P. Vidal: tutti autori considerati oggi i "classici" del fumetto cubano.

JOSÉ LUIS
Firma di José Luis López Palacios (vedi).

KAPARÓ
Firma di Javier Caparó (vedi).

LAMAR CUERVO, MANUEL (LILLO)
Nato a Bogotá (Colombia) 13 dicembre 1929, Lillo è il disegnatore e sceneggiatore cubano autore di alcuni dei personaggi a fumetti che nell'isola caraibica hanno goduto di maggiore popolarietà. Sono storie semplici, disegnate con un tratto altrettanto semplice, quasi infantile, particolarmente adatto al pubblico più giovane cui si rivolgono. Pubblicati ininterrottamente per più di trent'anni suoi fortunati personaggi sono tra gli altri Matojo, Chico Durañón, Lucas Rengfo, Sapito Pérez, El indito Baconao.

LAURA
Pseudonimo dietro il quale al tempo della dittatura batistiana si nascondeva il disegnatore cubano Virgilio Martínez (vedi).

LILLO
Firma di Manuel Lamar Cuervo (vedi).

LÓPEZ PALACIOS, JOSÉ LUIS (JOSÉ LUIS)
Ottimo disegnatore umoristico cubano, autore di vignette e di fumetti. È nato a Aguada de Pasajeros (Cienfuegos) il 14 maggio 1950.

LORENZO SOSA, LUIS
Una vita dedicata al fumetto quella del disegnatore e sceneggiatore cubano, che malgrado l'età (è nato a Guanabacoa, La Habana il 26 settembre 1937) può a buon titolo già essere considerato un classico del genere. Autodidatta, costantemente impegnato ad affinare il proprio stile e a piegare il segno alle esigenze espressive di vicenda e personaggi, ha fatto aprte sin dall'inizio dello staff artistico di Pionero prima, poi anche di Zunzún, e su entrambe le testate, come su altre, ha pubblicato i suoi lavori. Con uno stile che si è venuto affinando col tempo, ha sempre seguito due linee parallele, una seria più marcatamente realistica, l'altra leggermente caricaturale e soffusa di sottile ironia. Si possono ricondurre alle due diverse linee i suoi due personaggi più famosi: rispettivamente il samurai errante Kombey e l'eroe fantascientifico Matías Pérez. Dopo lunga malattia Luis ci ha lasciati, spegnendosi a La Habana il 6 dicembre 2001.

MANOLO
Firma di Manuel Pérez Alfaro (vedi).

MANUEL
Firma di Manuel Hernández Valdés (vedi).

MARTÍNEZ, VIRGILIO (VIRGILIO)
Disegnatore cubano. Il sogno della sua vita è un viaggio in Italia che gli consenta di visitare chiese e musei dove sono conservati i tesori del Rinascimento, di cui è appassionato cultore. Nato a Ciudad de la Habana il 27 aprile 1931, Virgilio è uno tra i disegnatori cubani di fumetti che da più tempo è impegnato nel settore. Già sulle pagine di Mella, quando ancora la rivista si pubblicava clandestinamente, si trovano le prime tavole del suo fortunato personaggio "Pucho", firmate con lo pseudonimo Laura per sfuggire alla repressione del regime di Batista. Pucho diverrà successivamente "Cucho", valoroso antagonista dell'altro popolarissimo personaggio di Virgilio: "Supertiñosa". Supertiñosa (da Aura tiñosa: l'avvoltoio cubano) è un singolare eroe negativo: una specie di grottesco Superman, come lui dotato di una seconda identità (Pancho Tareco), costantemente impegnato nella lotta contro l'Isla roja (l'isola rossa: Cuba); l'esito delle sue imprese è naturalmente sempre una clamorosa sconfitta. Il segno caricaturale dei fumetti di Supertiñosa e di Cucho non faccia pensare a un limite espressivo dell'autore, altrettanto abile nel disegno realistico di storie "serie". È morto l'11 maggio 2008..

MELLA
Nata in clandestinità nel 1955 la rivista cubana Mella, organo dell'Asociación de Jóvenes Rebeldes, uscì con cadenza mensile sino alla fine del 1962. Continuò quindi come settimanale sino al 1966. Sia nella versione mensile, sia in quella settimanale, cui si affiancò anche uno specifico supplemento, ospitò sempre fumetti. È su questa rivista che mossero i primi passi autori oggi affermati come Roberto Alfonso Cruz Robe), è sulle sue pagine che videro per la prima volta la vita personaggi popolarissimi come il "Matojo" di Manuel Lamar Cuervo (Lillo) o come il mitico "Pucho" di Virgilio Martínez (Virgilio).

MORALES VEGA, FIDEL
Operatore culturale e sceneggiatore cubano, nato a Las Villas il 19 luglio 1935 , morto il 12 maggio 1979. È stato il principale creatore, sostenitore e promotore del Grupo pe-ele e delle riviste ©Línea e Arcicomics, tanto legate al suo generoso ed entusiasta impegno da seguirlo nella sua prematura scomparsa. Tra le sue numerosissime opere si possono ricordare: la serie "Recuerdos de Chamaco", illustrata volta a volta da disegnatori diversi, "Tupac Amaru" con disegni di Newton Estapé, "Milo la pinera", l'unico esempio forse di fumetto sindacato realizzato a Cuba, cui parteciparono anche Héctor Delgado, Newton Estapé, Virgilio Jordi, Mario Ponce e Vicente Sánchez López.

MORANTE BOYERIZO, RAFAÉL
Pittore, grafico pubblicitario e autore completo di fumetti è il cubano Morante. Nato a Madrid (España) il 18 maggio 1931. Costantemente informato e aggiornato sulla produzione fumettistica internazionale, e specificamente su quella italiana, Morante trasfonde nel suo lavoro di fumettaro tutta la sua cultura grafica e pittorica, ricorrendo ad audaci espedienti tecnici, a un taglio della pagina sempre originale, all'uso del bianco e nero in funzione drammatica. La sua opera forse più significativa è una lunga storia di fantascienza, "Alona", pubblicata a puntate su Pablo.

MUÑE, EL
Tabloid quindicinale cubano. Vedi Editorial Pablo de la Torriente.

MUÑEQUITOS
Rivista cubana. Vedi Ediciones en Colores.

MUÑEQUITOS DE REVOLUCIÓN
Fondato sulla Sierra Maestra nel 1957, nel corso della lotta insurrezionale, il quotidiano cubano Revolución fu inizialmente stampato in ciclostile. Abbattuto il regime di Batista, il quotidiano continua ad uscire, stampato normalmente, in modo non più clandestino, fino a che nel 1965 si trasformerà in Granma, che continua tuttora le pubblicazioni. Per un paio d'anni (1964-1965) il lunedì, assieme al quotidiano, venne distribuito il supplemento a fumetti Muñequitos de Revolutión. Ha esordito sulle sue pagine il noto disegnatore e direttore di cinema d'animazione Tulio Raggi.

MUÑOZ BACHS, EDUARDO (BACHS)
Nato a Valencia (España) il 12 aprile 1937 e deceduto a La Habana il 22 luglio 2001, Bachs è famoso a Cuba e nel mondo come autore della maggior parte dei manifesti cinematografici cubani (nel 1999 è stato ufficialmente celebrato il suo duemillesimo afiche), che come noto non propongono come da noi un'immagine del film, ma un'illustrazione serigrafata. Cimentatosi con la narrazione nel settore del disegno d'animazione già quasi quarant'anni fa, si è avvicinato al fumetto solo molto più di recente, una decina d'anni fa, sollecitato dai dirigenti dell'allora neocostituita Editorial Pablo de la Torriente. Su sceneggiatura di Félix Guerra ha realizzato numerosi fumetti, la maggioranza dei quali vanno sotto il nome "El cuento": si tratta di ironici stravolgimenti delle favole classiche: molti sono centrati sui rapporti tra Cappuccetto rosso e il lupo. Questi fumetti, pur godibilissimi in quanto tali, sono forse destinati a lasciare una traccia soprattutto nella storia dell'arte, affiancandosi alle altre numerosissime poetiche opere di questo grande illustratore e pittore.

NUEZ
Firma di René De La Nuez (vedi).

OLI
Firma di Jorge Oliver Medina (vedi).

OLIVER MEDINA, JORGE (OLI)
Disegnatore e sceneggiatore cubano. Nato a La Habana il 15 dicembre 1947, Oli è stato per anni una presenza fissa sulle pagine di Zunzún con il suo fumetto per bambini "El capitán Plin". Ritmo narrativo, eleganza grafica e sagace umorismo caratterizzano tutta la sua produzione fumettistica, sempre di qualità eccellente.

ORESTES
Firma di Orestes Suárez Lemus (vedi).

PABLO
Quadrimestrale cubano. Vedi Editorial Pablo de la Torriente.

PADRÓN BLANCO, ERNESTO
Direttore di Zunzún, il cubano Ernesto Padrón è autore di numerosissime sceneggiature, molte delle quali disegnate dal noto Orestes Suárez, e disegnatore egli stesso. Il suo fumetto più conosciuto è "Yeyín", lunga avventura fantascientifica per ragazzini. È nato a Cárdenas (Matanzas) il 14 marzo 1948.

PADRÓN BLANCO, JUAN
Il papà del più popolare personaggio del fumetto e del disegno animato cubani è nato a Cárdenas (Matanzas) il 29 gennaio 1947. Ha già al suo attivo una straripante produzione di esilaranti vignette umoristiche pubblicate su più o meno tutte le pubblicazioni specializzate cubane, quando nel 1970 inventa "Elpidio Valdés", riuscendo là dove molti altri già si erano cimentati senza fortuna: creare un personaggio che incarnando lo spirito nazionale cubano possa offrirsi ai ragazzi come modello di comportamento e come stimolo alla conoscenza e alla riflessione sulla storia del proprio paese.
L'entusiasta accoglienza tributata dal pubblico infantile a Elpidio Valdés induce dopo appena quattro anni Juan Padrón a realizzarne la trasposizione in disegno animato. E il successo del personaggio diventa clamoroso. Dal giorno della sua nascita, di Elpidio Valdés hanno continuato a pubblicarsi ininterrottamente sempre nuove avventure a fumetti. Il personaggio è protagonista di una ventina di cortometraggi, di sei mediometraggi e di tre lungometraggi. Fantasia fertilissima, segno accattivante, capacità di cogliere gli aspetti umoristici della realtà, grandi qualità di narratore, un eccezionale senso del ritmo cinematografico sono alcuni degli ingredienti che fanno di Juan Padrón un "grande" del fumetto per ragazzi e del disegno animato.

PADRONCITO
Firma degli esordi di Juan Padrón Blanco (vedi).

PAÍS GRÁFICO, EL
Supplemento settimanale del quotidiano cubano El País. Pubblicato dal 1932 al 1950 ha dato ampio spazio ai fumetti, soprattutto nordamericani, ma anche a quelli nazionali, tra i quali si può ricordare "El agente Z-3" di Mike Cárdenas.

PÁSALO
Rivistina cubana interamente a fumetti destinata ai lettori più giovani. Pubblicata prima dal Consejo Nacional de la Unión de Pioneros de Cuba poi dalla Editora Abril, come suggerisce il suo stesso nome, la rivista è concepita in modo che la sua tiratura, tutt'altro che modesta, non costituisca comunque un limite alla sua diffusione: dopo averla letta, passala a un amico! Gli autori che collaborano a Pásalo sono fondamentalmente gli stessi che incontriamo in Pionero e in Zunzún.

PÉGLEZ
Firma di Pedro González Viera (vedi).

PÉREZ ALFARO, MANUEL (MANOLO)
Nato a La Habana il 29 novembre 1935, il cubano Manolo Pérez, già direttore del dipartimento di disegno animato dell'Icaic (Instituto cubano del arte e industria cinematográficos) e da dieci anni responsabile della produzione fumettistica dell'Editorial Pablo de la Torriente, è stato sempre un appassionato cultore del genere. Tra gli animatori del Grupo pe-ele e della rivista ©Línea, pur avendo una sicura inclinazione per il disegno, si è sempre dedicato alla sceneggiatura, collaborando a molte delle opere pubblicate a Cuba negli ultimi vent'anni. Tra le sue opere più significative si possono ricordare le serie di "Fefo el cuentero" disegnata da René Mederos Félix e di "Camila" disegnata da Orestes Suárez Lemus.

PIONERO
Il 25 novembre 1961 esce il primo numero di El Pionero, organo dell'Unión de Pioneros de Cuba, rivista destinata a diventare forse la più importante, e certamente la più duratura, pubblicazione cubana a fumetti degli ultimi 35 anni. Inizialmente bimestrale, la rivista, che nel frattempo perde l'articolo nella testata divenendo semplicemente Pionero, assume successivamente periodicità settimanale e tale resta fino al 1990, quando cessa le pubblicazioni per le restrizioni imposte dalla crisi economica conseguente alla denuncia degli accordi del Comecon e al successivo crollo dei paesi dell'est europeo. E' su questa rivista, oltre che sulla più giovane sorella Zunzún, che si sono formati e che hanno affinato il proprio stile quelli che oggi sono i più affermati disegnatori cubani; è su questa rivista che sono nati e si sono guadagnata la fedeltà dei lettori i più popolari personaggi del fumetto, come "Elpidio Valdés" di Juan Padrón Blanco, "Matía Pérez" di Luis Lorenzo Sosa., "Cucho" di Virgilio Martínez, "Matojo" di Manuel Lamar Cuervo (Lillo), "Mowgli" di Domingo García Rodríguez, etc.

RAGGI, TULIO
Tulio Raggi è nato a Ciudad de la Habana il 15 maggio 1938. Dotato di fertilissima fantasia e di versatilissima capacità espressiva è un artista veramente poliedrico: fumettaro, disegnatore e regista di disegno animato, pittore, incisore, ... ora anche impegnato in esperimenti di computergrafica.
È tanto flessibile, ingegnoso, tecnicamente abile e capace di adattare il segno ai contenuti e alle valenze espressive che a esso vuole conferire, che osservando le sue opere capita spesso che non ci si riesca a capacitare che debbano essere attribuite alla stessa mano. Un suo personaggio famoso è Hindra, fumetto di fantascienza pubblicato su Muñequitos de Revolución.

ROBE
Firma di Roberto Alfonso Cruz (vedi).

RODRÍGUEZ ESPINOSA, ALBERTO ENRIQUE (ALBEN)
Disegnatore cubano, autore tra l'altro delle esilaranti avventure di "Holmos", simpatica e spiritosa parodia del detective di Conan Doyle sceneggiata da Évora Tamayo Maillo. È nato a Caibarién (Villa Clara) il 21 novembre 1924; è morto il 23 settembre 2010.

RODRÍGUEZ, SILVIO (SILVIO)
Nato a San Antonio de los Baños il 29 novembre 1946, il cubano Silvio Rodríguez è noto in tutto il mondo come cantautore, esponente di spicco assieme a Pablo Milanés della nueva trova. Quello che i suoi fan forse non sanno è che negli anni '60 egli è stato a lungo autore della struggente e poetica striscia a fumetti "El hueco".

SILVIO
Firma di Silvio Rodríguez (vedi).

SUÁREZ LEMUS, ORESTES
Orestes Suárez Lemus è nato a Pinar del Río (Cuba) il 14 marzo 1950. Elettricista addetto alla manutenzione in una fabbrica di materassi, alla fine degli anni '70 comincia a prestare servizio volontario presso il dipartimento di divulgazione dell'organizzazione dei Pioneros. Al momento sono casualmente assenti, in licenza o mobilizzati, tutti i grafici, i disegnatori e gli illustratori; e così la già felice mano di Orestes ha modo di offrire inequivocabili testimonianze della sua valentìa. Numerosissime illustrazioni per Pionero, per Pásalo, e poi per Zunzún ... e nel 1979 il suo primo fumetto: "Viaje de exploración a un extraño dibujo". Capace di piegare il segno al più accurato realismo come al più grottesco umorismo, alla delicatezza della favola per bambini come al vigore dell'avventura o della ricostruzione storica per adulti, Orestes viene via affinando il suo stile, passando da una prima fase di progressiva cura per il dettaglio all'attuale ricerca di pulizia e di essenzialità. Le sue qualità professionali non sono sfuggite a quell'instancabile talent scout che è Sergio Bonelli, che, conosciutolo nel febbraio del 1994 al 3° encuentro iberoamericano de historietistas, lo ha subito ingaggiato nella sua scuderia, impegnandolo nella serie di "Mister No".

TAMAYO MAILLO, ÉVORA (ÉVORA)
Sceneggiatrice cubana, nata a Bayamo il 15 gennaio 1940, cui si devono i testi di "Holmos", la divertente parodia delle avventure di Sherlock Holmes, disegnata da Alberto Enrique Rodríguez Espinosa.

TIRA DE EL MUÑE, LA
Pubblicazione cubana. Vedi Editorial Pablo de la Torriente.

TIRA, LA
Pubblicazione cubana. Vedi Editorial Pablo de la Torriente.

TULIO
Firma di Tulio Raggi (vedi).

VIRGILIO
Firma di Virgilio Martínez (vedi).

ZUNZÚN
Rivista cubana a fumetti che, sebbene molto irregolarmente, continua a uscire ancora oggi, malgrado la grave crisi economica attraversata dal paese. Nel 1980, in occasione della separazione dell'Asociación de Pioneros José Martí dall'Unión de Pioneros de Cuba, a Pionero si affianca Zunzún, che viene pubblicata dalla Editora Abril (casa editrice dell'Unión de Jóvenes Comunistas). La creazione di Zunzún corrisponde all'intenzione di destinare questa nuova rivista ai più giovani, spostando il target di Pionero a un pubblico adolescenziale. Fumetti abituali sulle sue pagine: "Elpidio Valdés" di Juan Padrón Blanco, "Matojo" di Manuel Lamar Cuervo (Lillo), "Cucho" di Virgilio Martínez, "Yarí" di Roberto Alfonso Cruz (Robe), "El capitán Plin" di Jorge Oliver Medina (Oli), "Cecilín y Coti" di Cecilio Avilés Montalvo (Cecilio), "Yeyín" di Ernesto Padrón Blanco (direttore della pubblicazione), "Inés, Aldo y Beto" di Ernesto Padrón Blanco e Orestes Suárez Lemus.

 

Schede a cura di Dario Mogno.